IL NUOVO DECRETO CORONAVIRUS: BONUS FINO A 400 EURO PER COLF E BADANTI

ADICOLF

Associazione Datoriale Italiana Colf

I Nostri Partner

Slitta alla fine della prossima settimana il nuovo decreto legge a sostegno dell’economia. Ma sarà un decreto da circa 70 miliardi, di cui 30 per garantire la liquidità alle imprese, e il resto sulle altre misure, a partire dai 15 miliardi necessari a prolungare di 5-6 settimane la cassa integrazione. Circa un miliardo e mezzo dovrebbe andare al Reddito di emergenza e in particolare a un bonus tra 200 e 400 euro per i lavoratori domestici (Colf, Badanti) parametrato sull’orario di lavoro (full o part time).

BONUS FIGLI

Sostanzioso anche il pacchetto di nuovi aiuti a Regioni ed enti locali: circa 5 miliardi, di cui 3-3,5 a Comuni e Province. Ci saranno poi altri 3 miliardi per la sanità e la Protezione civile che serviranno, tra l’altro, ad assumere 5 mila infermieri per l’assistenza a domicilio. Per la famiglia, oltre alla proroga dei congedi parentali o in alternativa del voucher per pagare la baby sitter, potrebbe arrivare un bonus una tantum sui figli fino a 14 anni parametrato sul reddito. Probabile anche l’istituzione di un bonus per le famiglie che faranno le vacanze in Italia: potrebbe arrivare fino a un massimo di 325 euro, anche qui in funzione del reddito (fino a 26 mila euro).

800 EURO PER DUE MESI

Confermato anche l’aumento da 600 a 800 euro del bonus per lavoratori autonomi, professionisti e cococo. Non solo: esso, a differenza del precedente, sarà erogato per due mesi: aprile e anche a maggio sempre che l’attività sia chiusa. Ieri, intanto, l’Inps ha comunicato di aver pagato 3,1 milioni di bonus 600 euro e di averne altri 750 mila in lavorazione. Ancora in discussione invece le varie ipotesi di indennizzo a fondo perduto per le microimprese (negozi, bar, ristoranti) costrette alla chiusura dai provvedimenti del governo. Per quelle che non hanno avuto il credito d’imposta del 60% sull’affitto, deciso col decreto Cura Italia, dovrebbe arrivare l’estensione di questa misura (compresi i capannoni).

Potrebbe Interessarti

PENSIONE SBAGLIATA: L’INPS NON PUÒ CHIEDERE LA RESTITUZIONE SE L’ERRORE È SUO
MIGRANTI: TUTTI I COSTI DELLA REGOLARIZZAZIONE
FORFETARI: RIDUZIONE DI UN ANNO DEI TERMINI DELL’ACCERTAMENTO
Iscriversi alla nostra Associazione è semplicissimo!
Compila il Seguente Form per richiedere maggiori informazioni!








SINO

CONTATTACI

  • Presidenza - Viale Beethoven, 63 Roma
  • 06 58310827
  • 06 58364079
  • 06 58343028
  • 06 58343020

Iscriviti alla nostra Newsletter!







SINO

Benvenuto!

da questa sezione è possibile accedere o registrarsi al nostro portale!

Accedi Al Portale

Registrati, Compilando i seguenti Campi!







SINO